Riqualificazione mansarde e sottotetti: come fare?

cosa fare per sfruttare un utilissimo spazio in più

Un immobile provvisto di una mansarda o un sottotetto può essere una risorsa importante, in quanto la Legge Regione Lazio sul recupero a fini abitativi dei sottotetti”, la “LR 13/2009, permette di riqualificare questo tipo di ambienti per utilizzarli come stanze aggiuntive o per ampliare spazi già organizzati. La legge è stata varata nell’ambito di un programma di recupero edilizio dei fabbricati, ma gli ambienti per essere utilizzati devono rispettare dei parametri precisi descritti dalla legge. Ogni regione ha però le sue regole che variano in base alla posiziona geografica, ma i principi generali seguiti sono gli stessi per tutti.

I sottotetti cui la normativa fa riferimento sono quelli che originariamente erano esclusi dal calcolo della cubatura edificabile. Per fare questa verifica c’è bisogno di un tecnico abilitato che visioni l’originario permesso di costruire ed il progetto.

Nel Lazio, gli ambienti da recuperare devono avere un’altezza media di 200 cm, calcolata sull’intera superficie del sottotetto, ma l’altezza massima del sottotetto non deve, in ogni caso, essere inferiore a 2,70 m. In caso (molto probabile) di tetto inclinato, l’altezza minima deve essere di 150 cm con possibilità di sfruttare le porzioni più basse (fino ad un massimo di 130 cm) con arredi fissi e armadiature chiuse

Il rapporto minimo tra superficie calpestabile dell’ambiente e superficie finestrata deve essere di 1/16, invece che di 1/8.

I parametri da rispettare citati non possono però prescindere dalle norme che devono sempre essere applicate, come quella delle superfici minime per unità abitative, cioè di 28 mq, o le dimensioni minime per gli ambienti (ad esempio 14 mq per camere da letto doppie, 9 mq per quelle singole).

La legge inoltre prevede la possibilità di innalzare la quota del tetto per raggiungere i requisiti minimi di altezza per poter risanare il sottotetto, ma solo se la modifica non comporti una variazione della volumetria esistente superiore al 20%. Questi interventi sono possibili a condizione le altezze fissate dagli strumenti urbanistici vigenti siano rispettate e che non incidano negativamente sulla stabilità del fabbricato e sul prospetto degli edifici.

La riqualificazione di mansarde e sottotetti è subordinata alla realizzazione di parcheggi pertinenziali in base alla normativa vigente, ma qualora non sia possibile realizzarli per mancanza di spazio, bisognerà corrispondere al Comune la somma per la costruzione dei parcheggi, che saranno poi realizzati dal Comune.

L’intervento è classificato come intervento di ristrutturazione edilizia e quindi bisogna corrispondere una cifra calcolata in base alla volumetria che viene resa abitativa.

Ovviamente, l’intervento deve garantire tutte le prescrizioni igienico sanitarie valide per ogni tipo di intervento, così come pure i requisiti di fruibilità e i rapporti aeroilluminanti, che possono essere garantiti tramite l’apertura di finestre, lucernari e qualsiasi altro tipo di aperture, purché sia garantita sempre la salvaguardia delle caratteristiche strutturali dell’edificio.

La possibilità di intervenire per risanare gli ambienti non si applica ai centri storici (zone omogenee A) e ad ulteriori zone indicate da ogni singolo comune, comunicate entro 6 mesi dall’entrata in vigore della legge.

Una volta che abbiamo ottenuto tutti i permessi necessari per riqualificare la nostra mansarda, possiamo procedere alla ristrutturazione e a decidere la destinazione che vogliamo dare a questo nuovo ambiente (puoi trovare qualche suggerimento in questo articolo). È importante però, prima di procedere, impermeabilizzare il tetto e realizzare un buon cappotto termico per le pareti perché la mansarda ha una dispersione termica maggiore rispetto al resto della casa per via della sua posizione. Gli infissi sono elementi molto importanti perché devono essere isolati alla perfezione in quanto sottoposti maggiormente agli agenti atmosferici.

Se l’articolo ti è stato utile non dimenticare di seguire pagina facebook e la piattaforma de #ilMiglioreArchitetto dove troverai molti altri utili articoli sugli argomenti più diversi! Non dimenticare, hai a disposizione 7 PIANI per mettere in pratica le tue idee e l’Assistenza Prioritaria per chiarire con un  professionista i tuoi dubbi!

A presto!

 

Articoli collegati

Come fare per ricavare un bagno in mansarda   i 7 fantastici usi della mansarda   Tendenze arredamento 2019   Sostituzione del pavimento   Le mille forme delle scale