Quale sanitario scelgo per il mio bagno?

vantaggi e svantaggi di ogni tipologia disponibile

Quando andiamo a scegliere i sanitari per il nostro nuovo bagno, non sottovalutiamo l’importanza che hanno nella progettazione dell’intero ambiente. I fattori che possono influenzare la scelta sono molti, e spaziano dalle caratteristiche estetiche a quelle pratiche e igieniche. In generale la scelta dei sanitari deve essere fatta prima della costruzione del bagno, in modo da permettere la corretta progettazione dell’ambiente in tutte le sue parti e per evitare le problematiche che possono sorgere in fase di installazione. Se invece stiamo pensando di sostituire i nostri vecchi sanitari, dovremmo per forza di cose scegliere una tipologia di sanitari simile a quella esistente per evitare di dover intervenire con opere murarie, che possono anche essere consistenti.

I sanitari a pavimento, i più tradizionali, anche un po’ passati di moda negli ultimi tempi, sono caratterizzati dallo scarico a pavimento, con la cassetta dell’acqua posizionata in alto o incassata nel muro. Alcuni modelli presentano la cassetta direttamente sopra il vaso, detta “a zaino”. Sono i più semplici da posare, necessitano solo di essere fissati a pavimento mediante tasselli, e il fatto che poggino sul pavimento fa si che il loro stesso peso, insieme a quello della persona, sia meglio distribuito. Inoltre l’ispezione della cassetta in caso di guasto è più semplice grazie alla sua posizione facilmente accessibile. Presentano anche degli svantaggi, uno dei quali è l’ingombro maggiore rispetto ad altre soluzioni. Inoltre la pulizia è più difficoltosa a causa della distanza dal muro che non è abbastanza grande da permettere il facile utilizzo dei prodotti per la pulizia. Inoltre solitamente risultano più rumorosi sempre a causa della posizione della cassetta dello scarico.

I sanitari a filo muro vengono chiamati così per indicare la loro caratteristica di non presentare spazio tra l’elemento e il muro, pur avendo lo scarico a pavimento (più raramente è posizionato nel muro). Sono più facili da pulire rispetto a quelli a pavimento e durante le operazioni di pulizia non c’è il pericolo di toccare tubi o flessibili perché interamente nascosti nell’elemento, ed inoltre in genere sono più piccoli di quelli a pavimento. Bisogna fare molta attenzione però che vengano istallati in modo corretto e con precisione, per evitare che si crei una antiestetica e scomoda intercapedine tra muro e sanitario e vanificare in questo modo i vantaggi offerti da questa tipologia.

La tipologia che ha riscosso più successo negli ultimi anni però sono i sanitari sospesi. La loro estetica è molto indicata per i bagni moderni grazie alla sensazione di leggerezza che trasmettono, e sono indicati quando vogliamo che la continuità del pavimento non venga interrotta dalla presenza dei sanitari. Le tubazioni di questi sanitari sono più silenziose rispetto alle altre tipologie e il loro posizionamento permette un maggiore igiene grazie alla facilità di pulizia. Hanno inoltre un ingombro minore rispetto ad altri sanitari. D’altro canto, però, la necessità di avere lo scarico a muro costringe a realizzare una muratura con una profondità di almeno 12 cm, e quando non è possibile bisogna per forza realizzare una contromuratura per posizionare lo scarico, andando a vanificare il vantaggio del minore ingombro. In ultimo, se non vengono montati correttamente, con il tempo possono subire una perdita di stabilità rispetto alle altre soluzioni.

Se l’articolo ti è stato utile non dimenticare di seguire pagina facebook e la piattaforma de #ilMiglioreArchitetto dove troverai molti altri articoli sul bagno e su altri argomenti! Non dimenticare, hai a disposizione 7 PIANI per mettere in pratica le tue idee e l’Assistenza Prioritaria per chiarire con un  professionista i tuoi dubbi!

A presto!

 

Articoli collegati

Gli aspetti fondamentali per un bagno perfetto I 7 errori da non fare mai nel progetto del bagno   I tipi di lavabi più diffusi per il bagno  Idee e misure per il tuo bagno di servizio   Ad ogni lavabo il giusto rubinetto   Doccia, vasca o entrambe?   Un lusso per tutti: la sauna in casa  Cosa fare per ricavare un bagno in mansarda?   Ristrutturazione: quali documenti presentare?