Le regole per progettare una cucina funzionale

Cosa fare e cosa evitare di fare?

La cucina è uno degli ambienti più importanti della casa e quando ci troviamo a progettarla o ristrutturarla probabilmente la paura di sbagliare ci fa andare in confusione. La funzionalità è fondamentale per avere una cucina comoda e facile da usare tutti i giorni, ma è anche importante che sia bella. Riuscire a conciliare le due cose non è così scontato, quindi vediamo insieme alcuni consigli per creare uno spazio unico per la nostra cucina!

Prima di tutto dobbiamo “capire” lo spazio che abbiamo a disposizione e scegliere la forma da dare alla cucina senza forzature, cercando quindi quella che meglio si adatta all’ambiente e non viceversa. Per capirci, se ci piace l’isola ma abbiamo uno spazio stretto e lungo per la nostra cucina, è inutile cercare di infilarcela a forza, perché il risultato non sarà bello e tanto meno pratico (Se vuoi approfondire le cucine ad isola leggi l’articolo de #ilMiglioreArchitetto cliccando qui). La cosa fondamentale da tenere presente è che lo spazio e la cucina devono dialogare, per questo l’opinione di un professionista è fondamentale per una progettazione intelligente.

Protagonisti della cucina sono senza dubbio gli impianti, forno, microoonde, fornelli, lavandino e tutto quello che vorremo e potremo aggiungere, quindi dovremmo pensare al loro posizionamento in base alle nostre esigenze, facendo in modo che siano funzionali e comodi per il normale svolgimento delle attività e per il nostro modo di viverla. Alcune sporadiche note, ricordate di non mettere il lavello e i fuochi vicini, meglio separarli magari con un piano di lavoro! Inoltre, avete mai fatto caso a quanto è scomodo avere in mezzo alla cucina il microonde? Posizionatelo in colonna con il forno e avrete più spazio a vostra disposizione! Ah, e ovviamente lavastoviglie e lavello vanno posizionati vicini per evitare di far cadere acqua e sporco!

Un’altra cosa a cui prestare molta attenzione è il materiale per realizzare il top della cucina e il paraschizzi che, se la cucina viene utilizzata molto, deve essere pratico e facile da pulire. È assolutamente inutile avere un top bellissimo ma che si graffia dopo due utilizzi. Per il paraschizzi invece è meglio evitare le mattonelle, perché lo sporco si può depositare più facilmente tra le fughe. Esistono diversi materiali, il consiglio è sempre quello di sceglierne uno che resista a tutte le sollecitazioni che può subire durante la preparazione dei pasti.

Negli ultimi anni una delle tendenze che si è imposta in tutte le cucine è la presenza di un angolo colazione, anche di piccole dimensioni, di solito alto e corredato di sgabelli. Se lo spazio lo permette, perché non adottare anche nella nostra cucina questa comoda soluzione? Avremmo a disposizione anche un piano di appoggio in più!

Per rendere la nostra cucina più particolare non dimentichiamo di chiedere alle aziende che contatteremo per un preventivo per la cucina quali sono i piccoli accessori che forniscono, come ad esempio rallentatori di ante o organizzatori interni. Se rientrano nel budget che ci siamo prefissati, perché non usarli per rendere la cucina più funzionale?

Ci sono altri elementi a cui fare attenzione quando progettiamo una cucina, come ad esempio l’illuminazione, che è sempre un aspetto fondamentale per vivere bene un ambiente. In particolare dovremmo inserire necessariamente degli elementi illuminanti sottopensile per evitare di avere solo un’illuminazione dall’alto, che proietta l’ombra del nostro corpo sul piano di lavoro.

Progettare al meglio l’impianto elettrico è una delle cose più importanti perché una volta concluso, è molto complicato apportare delle modifiche. Per questo motivo è sempre saggio farsi aiutare da un esperto e da un progettista. In particolare bisogna prestare attenzione alle prese aggiuntive rispetto a quelle dei grandi elettrodomestici. È bene prevederle in modo funzionale e consapevole, ma renderle non troppo evidenti.

Un’ultima cosa: se decidi di istallare un piano ad induzione al posto del classico piano cottura, porta il tuo contatore a 6 kWh per poterne usufruire in sicurezza e libertà!

Se l’articolo ti è piaciuto non dimenticare di seguire pagina facebooke la piattaforma de #ilMiglioreArchitetto per altri articoli! Durante queste due settimane parleremo molto della stanza migliore della casa: la cucina! Inoltre hai a disposizione 7 PIANI per mettere in pratica le tue idee e l’Assistenza Prioritaria per chiarire con un  professionista i tuoi dubbi!

A presto!

 

Articoli collegati

Cucina in open space o cucina chiusa? Storia di una stanza – La Cucina – L’Isola in Cucina Come scegliere la cappa per la tua cucina Scegliere il lavello ed il rubinetto per la tua Cucina Soluzioni per cucine Outdoor