Gli 8 consigli per arredare un piccolo balcone

Come valorizzare il nostro spazio outdoor, anche se mini.

Le potenzialità di uno spazio outdoor sono infinite, anche quando pensiamo non sia così per via delle dimensioni ridotte. La possibilità di avere uno spazio in più in casa per rilassarci dopo una giornata dura non deve essere sottovalutato solo perché pensiamo che lo spazio non ci basti. Se il nostro balcone non ha bisogno di una ristrutturazione (ti spieghiamo come ristrutturare il balcone qui ), possiamo procedere e sbizzarrirci con l’arredo. Bisogna essere organizzati e non sprecare lo spazio perché ogni centimetro in questo caso è prezioso!

Quando lo spazio è poco, anche il “bordo” del nostro balcone ha la sua importanza e non deve essere sottovalutato. Per bordo si intende il limite esterno, che può essere realizzato in materiali diversi, e ognuno di questi ha le sue potenzialità. Ad esempio se il nostro balcone è costituito da una ringhiera in ferro, possiamo utilizzarlo per posizionare vasi o per fissare dei fili di lucine che daranno la giusta atmosfera nelle calde sere d’estate. Se invece il limite del balcone è un parapetto pieno, potrà essere usato come schienale per un angolo divano o per fissarci delle utili mensole.

Il pavimento ricopre un ruolo fondamentale nella progettazione del nostro balcone, infatti influisce sulla scelta degli arredi. È preferibile optare per superfici neutre, come ad esempio il legno, in quanto è facile abbinare a questo tipo di pavimentazione arredi di qualsiasi stile o materiale. Per questo motivo, se il pavimento del balcone non ci piace, possiamo pensare di investire e cambiare la pavimentazione.

Quando ci troviamo davanti all’impossibilità di sostituire il pavimento, e quello che abbiamo non ci piace proprio, possiamo ovviare al problema utilizzando i tappeti da esterno. Sono realizzati in materiali più disparati e ovviamente resistenti agli agenti atmosferici, facili da pulire e abbinabili con qualsiasi soluzione d’arredo. A fantasia o tinta unita, con toni neutri o coloratissimi, possono essere realizzati con fibre naturali e sintetiche, riescono a dare sicuramente carattere al nostro brutto pavimento.

La cosa fondamentale da tenere presente è la necessità di ottimizzare lo spazio, e per questo motivo può essere utile utilizzare piani sfalsati per organizzare le piante, o riporre tutto ciò che ci serve all’esterno. Utilizza consolle, tavolini e mensole il più possibile e in modo intelligente e il tuo spazio ne trarrà grande beneficio.

Anche l’illuminazione gioca un ruolo fondamentale nella progettazione del nostro spazio outdoor. La scelta migliore è sempre quella di cercare di creare un’illuminazione d’atmosfera, quindi è meglio evitare luci fredde o troppo forti, torchere e anche, se possiamo dirlo in sincerità, quelle brutte applique da esterno che troppo spesso si trovano sui balconi. Invece sono molto indicate le catene di luci che vanno molto di moda di questi tempi e lampade da posizionare sui tavolini. Esistono in commercio anche soluzioni a batteria, utili quando non abbiamo la possibilità di avere prese di corrente all’esterno. L’idea in più può essere di accompagnare a questa illuminazione candele che contribuiscono a creare un’atmosfera rilassante. Per evitare le fastidiose zanzare, facciamo anche scorta di candele alla citronella!

Quando lo spazio per arredare il nostro balcone è minimo, possono tornarci molto utili i mobili contenitore, una pratica soluzione che risolve anche il problema. I divani cassapanca e i tavolini sono utili per riporre oggetti e utensili vari, così come anche pouff e cuscini che diventano anche sedute aggiuntive per quando abbiamo ospiti.

A questo punto dobbiamo parlare di un elemento fondamentale che rende il nostro balcone degno di questo nome: il verde! Deve essere ovviamente studiato alla perfezione e possiamo scegliere piante che creino atmosfera sia in estate che in inverno, per non lasciare il nostro balcone spoglio nella stagione fredda. Per gli spazi piccoli dovremo optare necessariamente per vasi non troppo ingombranti oppure posizionarli appesi alla ringhiera in portavasi colorati. Se lo spazio lo consente possiamo anche pensare di creare una parete in legno sulla quale posizionare i vasi con le nostre piante. I vasi possono essere posizionali lungo il perimetro del balcone così da creare una cortina naturale che ci dia un po’ di privacy. Possiamo scegliere di posizionare, oltre alle piante con tanti fiori colorati, anche qualche rampicante che oscuri di più la vista.

In conclusione, quello che dobbiamo tenere presente quando ci troviamo ad arredare un piccolo balcone è che è fondamentale mantenere lo spazio informale. Gli arredi dovrebbero essere piccoli e facili da riporre, sedie e tavolini pieghevoli vanno benissimo, così come pouff, cuscini, tappeti ed elementi bassi che rendono l’ambiente caldo e piacevole.

Se l’articolo ti è stato utile non dimenticare di seguire pagina facebook e la piattaforma de #ilMiglioreArchitetto dove troverai molti altri articoli su argomenti sempre nuovi! Non dimenticare, hai a disposizione 7 PIANI per mettere in pratica le tue idee e l’Assistenza Prioritaria per chiarire con un  professionista i tuoi dubbi!

A presto!

 

Articoli collegati

Ristrutturare il balcone, a cosa fare attenzione Come trasformare il balcone in una veranda Consigli per l’acquisto di una nuova casa Documentazione per la conformità degli impianti Dove posizionare la camera del bambino Come progettare l’illuminazione