Come risparmiare spazio con la scala a chiocciola

una soluzione leggera e poco ingombrante per i tuoi problemi di spazio

Quella a chiocciola è una delle conformazioni più particolari che possiamo dare alle nostre scale. La loro forma caratteristica permette di dare allo spazio una forte definizione. Questa soluzione è molto utilizzata perché le dimensioni ridotte, rispetto ad una scala lineare o ad una multirampa, la rendono una soluzione salvaspazio da non sottovalutare, specialmente quando l’ambiente in cui dobbiamo inserire la scala è piccolo. È un elemento che diventa protagonista solo se vogliamo che lo sia, altrimenti è facile da nascondere nello spazio.

Grazie alle dimensioni contenute, la scala a chiocciola si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di planimetria: se la casa è irregolare, sarà difficile inserire una scala rettilinea, ma non ci saranno problemi a trovare spazio per una scala a chiocciola! Anche un angolo improbabile o dalla forma strana sarà perfetto per inserire una scala a chiocciola.

Sicuramente uno degli aspetti fondamentali da considerare quando si progetta una scala a chiocciola è la dimensione, che deve sempre rispettare norme specifiche e dimensioni minime per essere comoda e per evitare di compromettere la funzionalità della scala stessa. La pianta della scala dovrebbe avere minimo un diametro di 100 cm con un passaggio di 46 cm, ma di solito si preferisce creare un passaggio di 60 cm con un diametro quindi di 120 cm. L’alzata dei gradini può arrivare fino ad un massimo di 24 cm, molto maggiore rispetto ai 18 di una scala tradizionale.

Le scale a chiocciola possono essere realizzate sia a pianta quadrata che a pianta tonda, dipende dalla posizione in cui si decide di inserire la scala. La scala con pianta tonda è sicuramente meno comoda ma l’ingombro è minore rispetto ad una pianta quadrata. La scala con pianta quadrata risulta più comoda da percorrere e il sotto-gradino può essere sfruttato in modo più pratico realizzando cassetti o ripiani, ma è più invadente, quindi se abbiamo poco spazio è sempre meglio scegliere quella a pianta tonda.

La realizzazione e l’installazione di scale a chiocciola ricade negli interventi di manutenzione straordinaria, questo significa che si ha bisogno di un titolo abilitativo. C’è quindi

bisogno dell’aiuto di un professionista per presentare la pratica adatta al tipo di intervento che andremo a realizzare. La sostituzione di una scala già esistente, per esempio, non comporta lavori particolarmente invasivi, quindi bisogna presentare una CILA, mentre se l’intervento necessita di una modifica strutturale bisognerà compilare una SCIA (non sai cosa siano questi documenti? Leggi qui! ). Il professionista saprà naturalmente anche valutare nel tuo interesse quale è la migliore soluzione tecnica ed estetica da adottare.

I materiali utilizzati per le scale a chiocciola sono tendenzialmente quelli utilizzati per tutti i tipi di scale (ne abbiamo già parlato in questo articolo ). Il legno è molto diffuso e si possono trovare sia versioni prefabbricate realizzate con i tipi di legno più disparati, oppure possiamo decidere di farle realizzare su misura, in questo modo potremo scegliere il legno che preferiamo e personalizzarle in ogni dettaglio. Anche l’acciaio è molto richiesto per la realizzazione delle scale a chiocciola, perché facilmente lavorabile, adatto soprattutto ad uno stile industriale ed essenziale. Inoltre è molto facile da integrare con altri materiali come legno o vetro. E proprio il vetro è sempre più di moda, grazie alla sua trasparenza e leggerezza rende la scala a chiocciola ancora più minimale e in ambienti molto piccoli facilita il passaggio della luce. Ovviamente non sono le sole soluzioni che si possono utilizzare, la varietà delle scale a chiocciola è davvero ampia e l’unico limite è la tua fantasia!

Se l’articolo ti è stato utile non dimenticare di seguire pagina facebook e la piattaforma de #ilMiglioreArchitetto dove troverai molti altri articoli sugli argomenti più disparati! Non dimenticare, hai a disposizione 7 PIANI per mettere in pratica le tue idee e l’Assistenza Prioritaria per chiarire con un  professionista i tuoi dubbi!

A presto!

 

Articoli collegati

Le mille forme delle scale Tendenze arredamento 2019 Ristrutturazione: quali documenti? Ristrutturazione economica Le regole per progettare una cucina funzionale