Come creare il tuo logo e perché è importante

Qualche suggerimento per creare un logo efficace e d’impatto

Il logo della nostra impresa è una delle cose fondamentali quando vogliamo cominciare un’attività e farci conoscere. Un logo deve definire i tuoi valori e i tuoi obiettivi in modo chiaro e semplice, deve essere immediato e arrivare al cliente in modo diretto. Non è solo un disegnino che piazziamo da qualche parte sul biglietto da visita. È importante che sia studiato e progettato, e quindi non bisogna aver paura di rivolgersi ad un esperto per farci aiutare nella progettazione e nel design del nostro logo.

 

A monte della creazione di un logo c’è uno studio approfondito dell’impresa, della clientela a cui ci vogliamo rivolgere, dello stile, del tipo di pubblicità che vogliamo fare, del font più adatto, dei colori e di mille altri aspetti che non sono sempre gli stessi (per saperne di più leggi anche questo articolo).

Un logo deve rispecchiare precisi canoni estetici per essere moderno e accattivante per il pubblico (in fondo è come se fosse il volto della nostra attività), deve comunicare in modo diretto le nostre intenzioni senza possibilità di fraintendimento. È importante che sia coerente con ciò che vogliamo comunicare.

Quando andiamo a progettare un logo, bisogna tenere a mente che deve avere delle caratteristiche imprescindibili per assolvere alla sua funzione.Il Migliore Architetto - idea logo - logotype

In particolare deve essere:

_FUNZIONALE, cioè servire allo scopo prefissato;

_RAPPRESENTATIVO;

_UTILIZZABILE su ogni supporto possibile;

_UNICO, riconoscibile ma non scontato;

_CHIARO;

_LEGGIBILE in ogni dimensione e su ogni supporto.

Anche lo stile grafico del logo deve essere congruente con l’immagine che vogliamo dare. Quindi sia il font che i colori che l’immagine che andiamo ad inserire devono essere omogenee tra di loro e in accordo con la nostra idea e con il target di clientela.

La scelta del font non è così scontata e semplice come può sembrare ma deve essere fatta tenendo presente che il font non è qualcosa che correda il logo, ma è parte integrante di esso. I caratteri tipografici hanno un impatto diverso sulla mente umana. Inoltre deve essere coerente con il resto del logo.

Una cosa importante da tenere presente è la necessità di pensare il logo in bianco e nero e solo successivamente introdurre il colore. L’assenza di colore permette di “vedere” meglio ciò che abbiamo messo su carta e a renderci conto della sua efficacia. Il colore deve essere parte integrante del logo e non sovrastarlo.

Come suggerisce questa breve guida, creare un logo non è così semplice, non è solo un “disegnino”, perciò se non siamo sicuri di quello che stiamo facendo, è meglio rivolgerci ad un professionista e spiegargli quali sono i nostri obiettivi e farci aiutare a raggiungerli.

Se l’articolo ti è stato utile non dimenticare di seguire pagina facebook e la piattaforma de #ilMiglioreArchitetto dove troverai molti altri articoli su argomenti sempre nuovi! Non dimenticare, hai a disposizione 7 PIANI per mettere in pratica le tue idee e l’Assistenza Prioritaria per chiarire con un  professionista i tuoi dubbi!

A presto!

 

Articoli collegati

I segreti per il giusto logo della tua attività   L’importanza del logo design   La comunicazione d’impresa   I quattro motivi per rinnovare il proprio logo